L’ex direttore delle comunicazioni di Trump Anthony Scaramucci dice di essere „un fan“ di Crypto

Veröffentlicht von

L’ex assistente del presidente Trump, Anthony Scaramucci, ha rivelato di essere un fan delle valute digitali e della tecnologia di base nota come blockchain.

In una recente intervista virtuale, l’ex capo delle comunicazioni della Casa Bianca ha notato che Crypto ha un futuro brillante mentre discuteva anche della strategia di investimento della sua azienda, SkyBridge Capital.

Crypto e Blockchain hanno un futuro

Anthony Scaramucci, noto per aver lavorato alla Casa Bianca di Trump per soli 11 giorni, è diventato un critico seriale di Trump dopo il suo licenziamento nel 2017. Il consulente politico non è timido quando si tratta di condividere le sue opinioni sulla politica degli Stati Uniti. Ma oltre a prendere colpi al presidente Trump, Scaramucci ha anche mostrato un notevole interesse per la finanza e per i mercati azionari.

Per quanto riguarda la tecnologia della crittografia e della catena di blocco, Scaramucci è ottimista sul futuro. In una recente conversazione con Coinscrum Markets, il fondatore e managing partner di SkyBridge ha dichiarato che la sua azienda ha studiato seriamente gli asset digitali negli ultimi due anni. Scaramucci ammette sostanzialmente di essere un appassionato di crittografia. Vede anche un grande potenziale per gli asset digitali e la tecnologia blockchain nel futuro.

„Da quando sono tornato a SkyBridge nel 2018, abbiamo fatto un profondo tuffo nello spazio degli asset digitali. Sono un fan. Credo che gli assest digitali abbiano un futuro, ovviamente la blockchain ha un futuro“.

Secondo Scaramucci, i Millennials sono i principali responsabili dell’adozione della criptovaluta al momento, poiché sono affascinati dagli asset digitali. E va oltre, dicendo che tre dei suoi cinque figli sono millenniali che sono disposti a „transitare e comprare la loro Tesla in Bitcoin“. Questo demografico non ha paura di immergere le dita dei piedi nello spazio di criptaggio come fa la generazione più anziana.

Scaramucci, che è soprannominato „The Mooch“, tuttavia, crede che sia la gente della Generazione Z che spingerà il cripto più in alto nella stratosfera.

Vale la pena ricordare che l’ammissione di Scaramucci è l’antitesi dei commenti di Trump su crypto nel luglio 2019. Il presidente degli Stati Uniti ha chiarito di non essere un fan di bitcoin, di altre crittocurrenze e del progetto Libra di Facebook.

Scaramucci deve ancora investire in Crypto

Il finanziere ritiene che ci siano diverse ragioni per cui i beni digitali avranno un futuro. Cita il modo in cui i governi sono attualmente gestiti e i bilanci in continua espansione come alcune di queste ragioni.

Inoltre, Scaramucci indica la tecnologia blockchain come un’altra cosa che sicuramente incrementerà la crittografia. Per esempio, se si può sviluppare una rete sicura interbloccata sulla blockchain per consentire il trasferimento privato di ricchezza senza bisogno di intermediari, potrebbe anche sostituire Amazon. E così la tecnologia blockchain „fornirà questo fantastico futuro“. „Sarà un futuro di risorse digitali, francamente“, ha opinato.

Nonostante il suo ottimismo nella crittografia, Scaramucci non ha ancora investito in asset digitali. Egli vede però un’alta possibilità che la sua società SkyBridge sviluppi nel prossimo futuro un fondo di asset digitali o almeno investa in uno già esistente.