Recensione di Quantum Code – Lo scambio più controverso

Inizio e fondatori

Quantum Code è stato avviato nel dicembre 2012, come scambio di bitcoin peer-to-peer, da Giancarlo Devasini e Raphael Nicolle.

La società dietro Quantum Code ha anche lanciato Tether (USDT), la più diffusa stablecoin disponibile al momento. – Per saperne di più su Tether, cliccate qui.

Quantum Code è gestito da iFinex Inc. con sede a Hong Kong.

Per saperne di più, leggete qui: https://www.indexuniverse.eu/it/quantum-code-opinioni-it/

La sicurezza

È possibile aggiungere l’autenticazione a due fattori per proteggere il proprio account, cosa che consigliamo vivamente.

La borsa è stata violata più volte in passato, prima nel 2015 per 400.000 dollari e poi nel 2016 per 73 milioni di dollari.

Il secondo hack è stato così significativo che ha anche schiacciato massicciamente il prezzo del bitcoin all’epoca.

Tuttavia, a difesa di Quantum Code, la società è riuscita a riprendersi in entrambe le occasioni.

Gettone LEO

Quantum Code ha lanciato il suo token LEO in una vendita privata nel maggio 2019, quindi gli investitori al dettaglio non hanno avuto la possibilità di partecipare a questa offerta iniziale di scambio.

L’importo totale raccolto è stato di 1 miliardo di dollari.

Il token viene utilizzato per ridurre le commissioni dal 15% al 25% sulla loro piattaforma.

La società sta anche riacquistando e bruciando i token in base alle proprie entrate, il che potrebbe far salire il prezzo in futuro, dato che l’offerta continua a diminuire – si noti che questo non garantisce che anche la domanda continuerà a crescere.

Obiettivo principale

L’obiettivo principale di Quantum Code è quello di creare una piattaforma per i trader professionisti, rendendola al contempo accessibile anche agli investitori al dettaglio; in passato la piattaforma prevedeva un capitale minimo di 10.000 dollari per l’utilizzo della borsa, ma da un po’ di tempo non è più così.

Tether

La società madre di Quantum Code è la creatrice della stablecoin più diffusa, chiamata Tether (USDT).

In passato c’era molta stampa negativa intorno a questa moneta, che sosteneva che non fosse pienamente supportata o che fosse stata usata per creare la bolla del 2017.

Mentre Tether è rimasta la stablecoin più popolare, ne sono emerse altre, sia decentralizzate, come Reserve Protocol, o Dai, sia centralizzate, realizzate principalmente dagli exchange, come USDC di Coinbase, BUSD di Binance o HUSD di Huobi.

Domande frequenti

I cittadini statunitensi possono fare trading su Quantum Code?

No, lo sconsigliamo. È possibile farlo con una VPN, ma se si viene scoperti, il conto potrebbe essere bannato e si potrebbero perdere tutti i fondi.

È necessario effettuare il KYC (Know Your Customer) per utilizzare Quantum Code?

Non è necessario, ma se desiderate depositare o prelevare valute fiat, come l’USD o l’EUR, il vostro conto deve essere verificato per rispettare le leggi e i regolamenti contro il riciclaggio di denaro (AML) e il finanziamento del terrorismo (CTF).

Quantum Code è assicurato?

Per quanto ne sappiamo, Quantum Code non è assicurato.

È sicuro fare trading su Quantum Code?

Non abbiamo una posizione in merito. L’exchange è attivo da oltre otto anni. Tuttavia, a causa del dramma di Tether e degli hack passati che lo circondano, mentre il trading è probabilmente ok, consigliamo a tutti di non depositare le proprie criptovalute lì. – Tuttavia, questo vale per ogni exchange.